main()

"And you can say he might be crazy / and some can't understand / that a life spent doing less / than all you can / would be a waste"
i Catch 22 riferendosi a Trotskij

Mi chiamo Mauro Vanetti e sono nato il 29 settembre 1979 a Pavia, dove ho sempre abitato tranne nel 2008 quando stavo a Londra. Sono un programmatore ed un attivista di sinistra. Questi sono alcuni fatti di rilievo che mi sono accaduti da quando ho aperto questo sito:

  • Il 21 aprile 2006 mi sono laureato. (v. La mia tesi)
  • Il 21 giugno 2006 ho iniziato a lavorare come programmatore presso la Cisco Photonics, a Monza.
  • Il 18 settembre 2006 ho iniziato a lavorare come programmatore presso Funambol, a Pavia.
  • Dal 10 dicembre 2006 al 2 dicembre 2007 ho preso una stanza in un appartamento nella celebre via Siro Comi, che è considerata da alcuni una specie di Bronx e da altri una specie di Quartiere Latino... fate voi.
  • Il 6 gennaio 2008 mi sono trasferito a Londra.
  • Il 4 gennaio 2009 sono tornato a Pavia.
  • Il 22 marzo 2009 mi sono insediato nella mia nuova casa a Pavia.
  • Il 28 novembre 2013 ho pubblicato un libro collettivo contro il gioco d'azzardo, Vivere senza slot.

Modi per contattarmi:

  • Il mio stato Skype Chiamami su Skype.


  • Telefona al +39 328 3657696.
  • Scrivi a postapressomaurovanetti.info.
  • Cercami su Yahoo! Messenger aggiungendo il contatto maurovanetti o su MSN Messenger aggiungendo il contatto vanettipressohotmail.com o su Google Talk aggiungendo il contatto 29settembrepv.
  • Scrivi qualcosa sul forum di questo sito o commenta una pagina.

Dicono di me

VANETTI INUTILE
scritta firmata con una croce uncinata sul muro del Policlinico S. Matteo di Pavia

È la prova che i cretini esistono
Alessandro Sallusti

Molto confuso
Maurizio Gasparri

Una zecca, più scemo di Vendola
Francesco Storace

Indefesso (ma non indie-fesso) difensore del marxismo
Wu Ming

Mens agitat molem
fescennini Cena dei Laureandi in Ghislieri, 2001

Sei un pazzo senza cuore
Alessandro Villari, 31 dicembre 2008

Roba che sto facendo o che vorrei fare

Questo articolo viene modificato via via che finisco di fare alcune cose più o meno bizzarre che ho in ballo e me ne vengono in mente di nuove. Se, come è successo spesso finora, saranno più quelle nuove che mi vengono in mente che quelle che riesco a portare a termine, inevitabilmente l'articolo diventerà sempre più lungo, un monito visivo all'importanza di non lasciare sempre tutto a metà.

Condividi contenuti